Comitato di Gestione nominato con DPCM del 27.02.2018

PAGINA IN CORSO DI AGGIORNAMENTO

 

Componenti Comitato di Gestione 2018

Prefetto Dott. Riccardo Carpino – Presidente
Dott. Francesco Spada – Componente (esterno)
Dott. Maurizio Battini – Componente (esterno)
Dott.ssa Giuliana Dionisio – Componente (*)
Dott. Antonio Giannangeli – Componente (*)

(*) Componenti scelti tra i dirigenti dell’Agenzia del Demanio, collocati in quiescenza

- Ai membri esterni del Comitato di gestione viene riconosciuto un compenso annuo lordo pari ad Euro 20.917.
- I membri interni non percepiscono alcun compenso per l’incarico.
- Ai membri del Comitato di gestione non vengono corrisposte indennità di missione.

 

Decreto di nomina dei componenti del Comitato di Gestione 2018 dell’Agenzia del Demanio

 

Informazioni di cui all’art. 14 del D.Lgs 33/2013 :

 


RICCARDO CARPINO

 

 
FRANCESCO SPADA

 

MAURIZIO BATTINI



GIULIANA DIONISIO

 

ANTONIO GIANNANGELI

 

Archivio Direttore Precedente - Roberto Reggi

 


Attribuzioni (art.6 dello Statuto)

1. Il Comitato di gestione è composto da quattro membri, nonchè dal Direttore, che lo presiede. In assenza del Direttore, il Comitato è convocato e presieduto dal componente più anziano di età.
2. I componenti del Comitato di gestione sono nominati con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze. Metà dei componenti sono scelti tra i dipendenti di pubbliche amministrazioni ovvero tra soggetti ad esse esterni dotati di specifica competenza professionale attinente ai settori nei quali opera l’Agenzia. I restanti componenti sono scelti tra i dirigenti dell’Agenzia.
3. I componenti del Comitato di gestione durano in carica tre anni e possono essere rinnovati.
4. I componenti del Comitato non possono svolgere attività professionale, né essere amministratori o dipendenti di società o imprese, nei settori nei quali opera l’Agenzia.
5. Il Comitato di gestione delibera:
a) su proposta del Presidente del Comitato, lo statuto, i regolamenti e gli altri atti di carattere generale che regolano il funzionamento dell’Agenzia, nonché il bilancio consuntivo, il budget e i piani aziendali;
b) su proposta del Presidente del Comitato, gli impegni di spesa nonchè il ricorso a finanziamenti esterni di importo superiore, rispettivamente, ad euro 2,5 milioni. Tale importo è elevato a euro 5 milioni con riferimento agli impegni di spesa connessi all’attuazione dell’art. 2, comma 222, della L. 23 dicembre 2009, n. 191;
c) sulle scelte strategiche aziendali, sulle nomine dei dirigenti apicali dell’Agenzia;
d) su ogni questione relativa al proprio funzionamento;
e) su ogni questione che il Direttore dell’Agenzia ritiene di sottoporre al Comitato.
6. Il Comitato si riunisce, nel luogo indicato nell’avviso di convocazione, almeno quattro volte l’anno, nonché tutte le volte in cui il Presidente del Comitato ne effettua la convocazione, ovvero quando ne è fatta richiesta scritta al Presidente del Comitato dalla maggioranza dei suoi componenti in carica.
7. Il Comitato di gestione, su proposta del Presidente del Comitato, nomina un Segretario scelto tra il personale dell’Agenzia.
8. Sono valide le riunioni a distanza del Comitato, sempre che, attraverso strumenti che assicurano i collegamenti video ed audio, tutti i componenti possano identificarsi, della loro identificazione venga dato atto a verbale e sia loro consentito di seguire la discussione e di intervenire in tempo reale alla trattazione degli argomenti all’ordine del giorno; in tal caso, le riunioni del Comitato si considerano tenute nel luogo in cui si trova il Presidente del Comitato, nel quale deve in ogni caso essere anche il Segretario.
9. La convocazione del Comitato è effettuata, di norma, almeno cinque giorni non festivi prima di quello stabilito per la sua riunione. Nei casi di urgenza mediante comunicazione via telefax, da trasmettersi almeno ventiquattro ore prima del termine fissato per l’adunanza.
10. Le riunioni del Comitato sono valide con la presenza della maggioranza dei componenti in carica. Le deliberazioni sono assunte con la maggioranza dei voti dei componenti che partecipano alla riunione; in caso di parità di voti, prevale il voto del Presidente del comitato.
11. Delle riunioni del Comitato è fatto processo verbale, sottoscritto dal Presidente del Comitato e dal Segretario.
12. Alle riunioni del Comitato partecipano, senza diritto di voto, i componenti del Collegio dei revisori dei conti.