Con il Decreto Legislativo 173/2003 l’Agenzia del Demanio è stata trasformata in Ente Pubblico Economico (EPE), soggetto giuridico autonomo che, pur operando nell’ambito della Pubblica Amministrazione, fa ricorso a modalità organizzative e strumenti operativi di tipo privatistico.

Pertanto, in considerazione dell'attuale status giuridico, l’Agenzia del Demanio è stata in passato tenuta ad assolvere gli obblighi di pubblicità di cui ai commi da 15 a 33 dell’articolo 1 della Legge 190, così come espressamente previsto dalla Delibera ANAC n. 50/2013 per gli enti pubblici economici.

In considerazione della sopravvenuta conversione in L. 114/11 agosto 2014 del D.L. 90/2014 che, modificando l’art.11 del D.Lgs 33/2013, ne ha ampliato l’ambito soggettivo di applicazione estendendolo a tutti gli enti pubblici nazionali comunque denominati, l’Agenzia ha quindi avviato le relative attività di adeguamento ed integrazione del sito.

Si rappresenta come l’Agenzia, in base al panorama legislativo di riferimento in vigore precedentemente all’emanazione del D. Lgs 97/2016, sia rientrata fra le amministrazioni incaricate di svolgere attività di rilevante interesse pubblico ai sensi dell’articolo 66 del codice di cui al D.Lgs. 196/2003 (fra le quali quelle dirette alla gestione ed alienazione di immobili statali) e pertanto, ai sensi del comma 611 della L. 147/2013, abbia pubblicato alcune delle informazioni previste dal D.Lgs. 33/2013 in forma volontaria, essendone l’applicazione prevista limitatamente ai profili non attinenti all’organizzazione e all’esercizio delle predette attività.

Successivamente, con l’entrata in vigore del D. Lgs 97/2016 a far data dal 23 giugno 2016, sono state apportate alcune modifiche alla disciplina della trasparenza contenuta nel D. Lgs 33/2013 tra le quali, ad esempio, la soppressione del citato comma 611 della L.147/2013.