Wed Jun 07 11:08:00 CEST 2017

Un nuovo polo universitario a Padova all’interno della  Caserma Piave è l’obiettivo finale dell’accordo siglato dal direttore dell’Agenzia del Demanio Roberto Reggi, dal Ministro della Difesa Roberta Pinotti, dal Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Padova Rosario Rizzuto e dal Commissario Straordinario del Comune Paolo De Biagi.

Si tratta di un’operazione articolata che prevede la ripresa in consegna da parte dell’Agenzia del Demanio degli spazi non più utili al Ministero della Difesa da assegnare all’Università, tramite una concessione gratuita per diciannove anni, e che genererà un risparmio di  affitti di  circa 2 milioni di euro annui. L’intesa prevede che l’Università in futuro acquisisca anche la proprietà della porzione centrale della struttura, attraverso una permuta con il Ministero. L’Università si impegna infatti a finanziare il trasferimento delle funzioni militari, come ad esempio gli archivi, presso altri immobili idonei a soddisfare le esigenze della Difesa. Il Comune di Padova agevolerà le operazioni urbanistiche edilizie  per la trasformazione della caserma nel rispetto delle norme vigenti.
 “Grazie a questo accordo si avvia il recupero di un asset pubblico sotto utilizzato ma dalle grandi potenzialità di sviluppo – ha dichiarato Roberto Reggi - la sua posizione strategica  all'interno della Città permetterà infatti all’Università di Padova di offrire nuovi spazi per la  didattica e la ricerca scientifica, con un investimento di circa 40 milioni di euro,  contribuendo alla rigenerazione urbana e alla crescita culturale del nostro Paese. La firma di oggi contribuirà anche alla riduzione della spesa pubblica grazie alla chiusura di affitti passivi per l’Università di Padova". (mb)

Categorie