08 April 2019

L’Agenzia del Demanio informa che, in merito alla questione della II Torricella Massimiliana di Verona, dove insistono antenne radiotelevisive irregolarmente installate, il sopralluogo previsto per il 9 aprile è stato sospeso in seguito ad alcune pronunce del Consiglio di Stato di venerdì scorso. Il sopralluogo era già stato precedentemente rinviato dopo la pronuncia del TAR e, adesso, è stato nuovamente sospeso in attesa della discussione della camera di consiglio prevista per il 9 maggio.

L’Agenzia del Demanio, finora, ha attivato tutte le procedure necessarie al riavvio dell’iter di sgombero che era stato sospeso durante lo svolgimento della Conferenza di Servizi dello scorso luglio. Undici delle quattordici società che hanno impianti e attrezzature sul sito, avevano attivato ricorsi al TAR per ottenere la sospensiva del provvedimento di sgombero e il ripristino dei luoghi. Il TAR ha poi respinto l’istanza di sospensione per lo sfratto fissando la data del rilascio al 9 aprile. Contro tali pronunce gli interessati hanno fatto ricorso al Consiglio di Stato che, invece, ha accolto l’istanza cautelare monocratica e per l’effetto ha sospeso, al momento, per quattro degli undici ricorrenti il provvedimento e quindi lo sfratto. Nella sua decisione il Consiglio di Stato pur ritenendo sussistere l’estrema gravità ed urgenza rileva che l’istanza di sospensione è stata presentata a stretto ridosso del termine fissato per la data di domani.

Categorie

Per saperne di più