28 novembre 2017

Una rete per supportare gli Enti del Terzo Settore nel recupero e riuso con finalità sociale degli immobili pubblici inutilizzati: questo l’obiettivo dell’accordo firmato oggi dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dall’Agenzia del Demanio, dall’Associazione nazionale dei Comuni (ANCI) e dall’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata (ANBSC). L’accordo ha l’obiettivo  di sensibilizzare le associazioni sulle nuove opportunità come il Social Bonus, offerte dal Codice del Terzo Settore, diffondendo il know how necessario per riqualificare edifici dismessi e trasformarli in contenitori di nuove funzioni utili ai cittadini. “Le associazioni e gli Enti del terzo Settore sono partner strategici dell’Agenzia del Demanio nel portare avanti progetti  capaci di costruire valore sociale, culturale e solidarietà nei territori – ha dichiarato Roberto Reggi  – ed è quindi nostro compito metterli in condizione di sfruttare al meglio le tante opportunità offerte dal patrimonio immobiliare pubblico. Ad esempio abbiamo stimato che solo tra gli immobili gestiti dall’Agenzia sono circa un migliaio i beni riutilizzabili per finalità sociali: si tratta di ex caserme, caselli ferroviari , fari, case cantoniere che potranno diventare punti di  aggregazione e integrazione, preziosi l’intera comunità”. (vf)

Categorie