Mon Jun 13 17:48:07 CEST 2016

Art Bonus, un’occasione per parlare di federalismo demaniale culturale

L’Agenzia del Demanio ha illustrato la procedura che permette di recuperare il patrimonio storico-artistico italiano con progetti culturali di qualità

13 giugno 2016

La possibilità di valorizzare il patrimonio immobiliare pubblico di pregio del nostro Paese grazie al federalismo demaniale culturale è stato il tema illustrato  dal Direttore Abruzzo dell’Agenzia del Demanio, Edoardo Maggini,  nel corso della giornata informativa dedicata allo strumento dell’Art Bonus che si è svolta, oggi, presso il  Cinema Teatro Garden di Guardiagrele, in provincia di Chieti.
Un’iniziativa -  promossa da Anci Abruzzo in collaborazione con  Agenzia del Demanio, Comune di Guardiagrele, Federculture e Anci Giovani - per approfondire con esperti del settore lo strumento legislativo ART BONUS, attraverso il quale è possibile intercettare donazioni liberali per sostenere la Cultura e che per il donatore risulterà anche una forma di agevolazione fiscale. Ad annunciarlo è stato Luciano Lapenna Presidente Anci Abruzzo.
Nel corso dell’incontro Il Direttore Regionale dell’Agenzia si è invece soffermato, in particolare, sugli  aspetti tecnici della procedura che consente agli Enti territoriali interessati di richiedere, a titolo gratuito, beni di pregio storico-artistico con un progetto di valorizzazione a fini culturali, approvato dal Ministero dei Beni Culturali e del Turismo.

Al dibattito sono intervenuti anche l’On. Giovanni Lolli Vicepresidente della Regione Abruzzo, Simone Dal Pozzo Sindaco del Comune di Guardiagrele , Vincenzo Santoro responsabile del Dipartimento Cultura e Turismo di Anci, Carolina Botti Direttore Centrale ARCUS, Claudio Bocci - Direttore di Federculture, Roberto Di Vincenzo di Confindustria e Giovanni Paolo Rosato Coordinatore ANCI Giovane Abruzzo. (csg)  


Categorie