Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Per visualizzare i contenuti correttamente e quindi installare i cookies sulla tua macchina occorre darne il consenso esplicito attraverso il bottone "SI, acconsento". Per visualizzare l'informativa clicca qui.

Non acconsento

Si, acconsento

main slider home

home page

home menu di sezione

menu principale

titolo argomento sottohomepage

home consultazioni pubbliche concluse ex s.m.o.m. pozzuoli

L’Agenzia del Demanio e il Comune di Pozzuoli promuovono una consultazione pubblica per raccogliere idee e proposte per la valorizzazione del complesso immobiliare di proprietà dello Stato conosciuto come Ex S.M.O.M.

Caratteristiche e storia dell'immobile

L'Ex S.M.O.M. si trova nella zona vulcanica della Solfatara, all'interno dei Campi Flegrei, in un contesto naturalistico molto particolare e in una posizione estremamente panoramica e dominante su tutto il golfo di Pozzuoli. La struttura è costituita da diversi edifici, ed ha una superficie complessiva di circa 22.000 mq. Costruito nel 1917 come Tubercolosario, divenne un Ospedale Militare durante il conflitto per la conquista dell'Africa Orientale. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, venne ceduto al Sovrano Ordine Militare di Malta, da cui deriva la sua attuale denominazione. In seguito, il bene fu utilizzato dal Ministero della Difesa e riconsegnato nella disponibilità dello Stato nel 2007. Da allora il bene non è più stato utilizzato e ciò ne ha determinato il suo progressivo degrado. Nel 2013, la Soprintendenza per i beni architettonici, paesaggistici, storici ed etnoantropologici per Napoli e Provincia ha dichiarato il complesso di interesse storico-architettonico, sottoponendolo alle disposizioni di tutela contenute nel Decreto n.42 del 22 gennaio 2013.

Il percorso di valorizzazione

L'Agenzia del Demanio e il Comune di Pozzuoli hanno avviato una fase di concertazione istituzionale, come previsto dall'art 26 del Decreto Sblocca Italia che introduce "Misure urgenti per la valorizzazione degli immobili pubblici inutilizzati". La norma prevede infatti la realizzazione di un accordo di programma tra le istituzioni coinvolte, con valore di variante urbanistica, che individuerà una nuova destinazione d'uso per il complesso immobiliare e ne definirà il progetto di recupero e riqualificazione.

La collaborazione con l'A.C.E.N

Parallelamente, l’Associazione Costruttori Edili di Napoli (A.C.E.N) ha realizzato - con il contributo finanziario della Camera di Commercio di Napoli - uno studio di ricognizione e valorizzazione strategica del patrimonio in disuso, con un caso di analisi specifico sull’EX S.M.O.M. Questa collaborazione, promossa dall'Agenzia del Demanio, ha permesso di ottenere un ulteriore punto di vista, di carattere tecnico specialistico, sulle ipotesi di riuso dell'area.

Perchè una consultazione pubblica

Nell'ambito di questa complessa operazione immobiliare, che ha rilevanti impatti sul contesto locale, l'Agenzia del Demanio e il Comune di Pozzuoli hanno scelto di privilegiare e rafforzare il dialogo con il territorio di riferimento. Attraverso la consultazione pubblica, i soggetti promotori intendono conoscere le opinioni dei cittadini e, al contempo, sondare l'interesse del mercato sui possibili scenari futuri dell'Ex S.M.O.M.

A chi è rivolta la consultazione

L’iniziativa è rivolta a tutti i soggetti interessati a proporre un progetto di riqualificazione del bene, in linea con le sue caratteristiche e nel rispetto dell'ecosistema in cui è inserito.

Come partecipare

E’ possibile inviare la propria proposta di valorizzazione  compilando il questionario online, disponibile su questo sito, e raggiungibile anche dal sito del Comune di Pozzuoli.
Compila il questionario online

Termini della consultazione pubblica

E' possibile compilare il questionario online e inviare le manifestazioni di interesse dal 23 maggio 2016 alle 12.00 del 14 ottobre 2016.

Contatti

Per ricevere informazioni e chiarimenti sull’iniziativa  o richiedere un sopralluogo sull’immobile è possibile inviare una e-mail all’indirizzo di posta dre.campania_ss@agenziademanio.it o effettuare una domanda attraverso il questionario online.

Gallery

Biglietto da visita

Direzione Generale
Via Barberini 38
00187 Roma
tel: +39 06423671
fax: +39 0642367720
PEC: agenziademanio
@pce.agenziademanio.it

Al fine di operare un potenziamento sui livelli di sicurezza, entro breve sarà possibile accedere ai servizi offerti dall'Agenzia del Demanio solo attraverso alcune versioni di browser.


In particolare per i browser è consigliabile collegarsi al sito del fornitore per effettuare l'aggiornamento ad una versione più recente e verificare che sia abilitato il supporto al protocollo TLS 1.2 (ad esempio, per Internet Explorer, verifica che TLS 1.2 sia attivato in: Opzioni internet/Avanzate, Impostazioni, Sicurezza).

Le versioni minime dei browser più diffusi che supportano automaticamente il protocollo TLS 1.2 sono:

Microsoft Internet Explorer : versione 11 o Edge;

Opera Browser: versione 12.18;

Apple Safari: versione 9;

Mozilla Firefox: versione 44;

Google Crome: versione 48.

Se si utilizza una versione di browser inferiore a quelle sopraindicate, verificare che supporti il protocollo TLS 1.2

Per l'accesso client web services è necessario assicurare la compatibilità esclusivamente con il protocollo TLS 1.2