14 novembre 2017

Un mix di funzioni e uffici: questa la strada per la valorizzazione di Palazzo delle Libertà storico edificio razionalista nel cuore di Bergamo. Presentata oggi l’intesa tra Agenzia, Comune e Ministero della Giustizia, che punta all’ottimizzazione degli spazi del Palazzo per venire incontro ai cittadini e alle esigenze logistiche delle amministrazioni pubbliche. Una parte del piano terra di Palazzo della Libertà, oggi occupata dall’Ufficio Esecuzione Penale Esterna (UEPE), sarà concessa gratuitamente per trenta anni al Comune per essere utilizzati come area culturale e di aggregazione sociale. In cambio una parte dell’immobile comunale Ex Convento della Maddalena verrà ristrutturato per ospitare i nuovi uffici dell’UEPE. “Grazie alla collaborazione virtuosa tra le istituzioni coinvolte abbiamo lavorato per un accordo fruttuoso per tutti - ha dichiarato il direttore dell’Agenzia Roberto Reggi -  Un’operazione di razionalizzazione del patrimonio immobiliare pubblico nella città di Bergamo inserita  in un ampio progetto di riqualificazione di Palazzo della Libertà, che prevede un importante programma di manutenzione per cui sono già stati stanziati due milioni di euro. Il cantiere - ha aggiunto Reggi - riguarderà un ampio ventaglio di interventi, dalla ristrutturazione alla messa in sicurezza, all’adeguamento dell’impiantistica.  In questo modo oltre alla riqualificazione dell’edificio, creeremo ambienti adatti a ospitare tutti gli uffici della Prefettura, trasferendo qui anche quelli oggi ospitati in un immobile privato, generando risparmi significativi."

Categorie