06 novembre 2017

Lavorare per recuperare  gli spazi urbani e gli edifici pubblici danneggiati dal sisma che ha colpito il centro Italia significa anche avere l’opportunità di innescare ulteriori processi di rigenerazione urbana che sappiano dare impulso alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico. E’ questo lo spirito del progetto "Città dei Beni Culturali" che nascerà  a Camerino al posto di un ex complesso militare, utilizzato durante la prima guerra mondiale come luogo di detenzione dei prigionieri di guerra. Oggi, il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni  ha annunciato l’iniziativa durante l’inaugurazione dell’anno accademico dell’Università di Camerino. L’ Agenzia del Demanio seguirà la realizzazione del polo culturale insieme all’Università e alle altre amministrazioni coinvolte. (vf)

Categorie