04 September 2015

Un “Museo del Contadino” che raccoglie oggetti, strumenti, attrezzi e reperti della tradizione contadina crotonese sarà la nuova destinazione della Torre Verga D’Orgo, richiesta dal Comune di Strongoli con il federalismo demaniale culturale.
È stato approvato, ieri, il programma di valorizzazione che definisce la nuova destinazione culturale della torre, inserita in un contesto di grande pregio artistico e paesaggistico. Il piano di recupero che garantisce anche la tutela e la conservazione del bene è frutto di un grande lavoro di collaborazione tra Agenzia del Demanio, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e amministrazione comunale che ne acquisirà la proprietà.
Noto anche come Torre Limera, il bene è una tipologia di fortificazione viceregnale del XVI secolo facente parte dell’apparato difensivo costiero delle cosiddette “Torri di avvistamento”, fatte costruire per volere del vicerè Don Pedro da Toledo. Originariamente assolveva al compito di avvistare le eventuali imbarcazioni dei nemici che si avvicinavano alla costa e comunicava con altre torri attraverso dei segnali di allarme sonoro o segnali di allarme visivi, come il fumo di giorno e il fuoco di notte. (csg)

Categorie