Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Per visualizzare i contenuti correttamente e quindi installare i cookies sulla tua macchina occorre darne il consenso esplicito attraverso il bottone "SI, acconsento". Per visualizzare l'informativa clicca qui.

Non acconsento

Si, acconsento

main slider home

home page

home menu di sezione

menu principale

federalismo demaniale

home archivio Marche, trasferiti beni con il federalismo demaniale

Marche, trasferiti beni con il federalismo demaniale

12 maggio 2017

federalismo demaniale marche

Sono complessivamente sette, tra ex tratti ferroviari,  aree ed edifici, i beni di proprietà dello Stato trasferiti a titolo gratuito ai Comuni di Fano (PU),  Serra San Quirico, (AN) e Urbino (PU) , in virtù del federalismo demaniale.
In particolare, il Comune di Fano è diventato proprietario di un bene, di circa 54 metri quadrati, completamente ristrutturato dall’amministrazione comunale e  già utilizzato come   centro di  Informazioni e Accoglienza Turistica.  Il comune di Serra San Quirico in provincia di Ancona ha acquisito invece due beni, inseriti all’interno del Parco Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi, da trasformare in rifugi e  information point. Alla città di Urbino (PU) sono passate ex aree ferroviarie, in parte inutilizzate,  per una superficie complessiva di oltre  12.000 metri quadrati. (csg)


Biglietto da visita

Direzione Generale
Via Barberini 38
00187 Roma
tel: +39 06423671
fax: +39 0642367720
PEC: agenziademanio
@pce.agenziademanio.it

Al fine di operare un potenziamento sui livelli di sicurezza, entro breve sarà possibile accedere ai servizi offerti dall'Agenzia del Demanio solo attraverso alcune versioni di browser.


In particolare per i browser è consigliabile collegarsi al sito del fornitore per effettuare l'aggiornamento ad una versione più recente e verificare che sia abilitato il supporto al protocollo TLS 1.2 (ad esempio, per Internet Explorer, verifica che TLS 1.2 sia attivato in: Opzioni internet/Avanzate, Impostazioni, Sicurezza).

Le versioni minime dei browser più diffusi che supportano automaticamente il protocollo TLS 1.2 sono:

Microsoft Internet Explorer : versione 11 o Edge;

Opera Browser: versione 12.18;

Apple Safari: versione 9;

Mozilla Firefox: versione 44;

Google Crome: versione 48.

Se si utilizza una versione di browser inferiore a quelle sopraindicate, verificare che supporti il protocollo TLS 1.2

Per l'accesso client web services è necessario assicurare la compatibilità esclusivamente con il protocollo TLS 1.2