Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Per visualizzare i contenuti correttamente e quindi installare i cookies sulla tua macchina occorre darne il consenso esplicito attraverso il bottone "SI, acconsento". Per visualizzare l'informativa clicca qui.

Non acconsento

Si, acconsento

main slider home

home page

home menu di sezione

menu principale

federalismo demaniale

home archivio Sassari: nuova sede per gli uffici del Giudice di Pace

Sassari: nuova sede per gli uffici del Giudice di Pace

In attesa che venga realizzato il federal building nell’ex Carcere di San Sebastiano, la sede della Corte d’Appello ospiterà anche gli uffici del Giudice di Pace: risparmiati € 362.000 all’anno

12 Aprile 2017

Sono state avviate, da circa un anno, le attività di riqualificazione dell’ex carcere di San Sebastiano a Sassari che permetteranno di realizzare nel 2019 il primo federal building nella Regione Sardegna, grazie a un finanziamento statale di 12 milioni di euro. Questa operazione consentirà un risparmio complessivo di canoni di locazione di oltre 1,7 milioni di euro annui.

In attesa che vengano ultimati gli interventi, che consentiranno all’ex struttura detentiva di ospitare la maggior parte degli uffici giudiziari locali, è stato portato a termine il primo step del piano di  razionalizzazione delle sedi in uso al Ministero della Giustizia. Gli uffici del Giudice di Pace, che fino a poco tempo fa occupavano un immobile in locazione passiva, si sono infatti trasferiti nell’attuale sede della Corte d’Appello, anch’essa di proprietà privata e destinata ad essere liberata una volta che sarà realizzato il federal building. L’accorpamento di questi due uffici ha consentito un risparmio annuo di circa 362.000 euro. (mb)

Biglietto da visita

Direzione Generale
Via Barberini 38
00187 Roma
tel: +39 06423671
fax: +39 0642367720
PEC: agenziademanio
@pce.agenziademanio.it

Al fine di operare un potenziamento sui livelli di sicurezza, entro breve sarà possibile accedere ai servizi offerti dall'Agenzia del Demanio solo attraverso alcune versioni di browser.


In particolare per i browser è consigliabile collegarsi al sito del fornitore per effettuare l'aggiornamento ad una versione più recente e verificare che sia abilitato il supporto al protocollo TLS 1.2 (ad esempio, per Internet Explorer, verifica che TLS 1.2 sia attivato in: Opzioni internet/Avanzate, Impostazioni, Sicurezza).

Le versioni minime dei browser più diffusi che supportano automaticamente il protocollo TLS 1.2 sono:

Microsoft Internet Explorer : versione 11 o Edge;

Opera Browser: versione 12.18;

Apple Safari: versione 9;

Mozilla Firefox: versione 44;

Google Crome: versione 48.

Se si utilizza una versione di browser inferiore a quelle sopraindicate, verificare che supporti il protocollo TLS 1.2

Per l'accesso client web services è necessario assicurare la compatibilità esclusivamente con il protocollo TLS 1.2