06 marzo 2018

Si è svolto questa mattina a Firenze, presso la sala Pegaso della Regione Toscana, l’incontro "Il complesso di San Domenico, un'opportunità di investimento a San Gimignano" per illustrare i contenuti e le finalità del bando di gara per la realizzazione di interventi di recupero e valorizzazione dell'ex convento ed ex carcere di San Domenico. Hanno partecipato il vicepresidente e assessore alla cultura e il direttore del settore cultura e ricerca della Regione, il sindaco di San Gimignano e il Direttore Regionale dell'Agenzia del Demanio Toscana e Umbria.

La procedura di gara pubblica di concessione in project financing per selezionare il soggetto privato che si occuperà della rigenerazione di questo bene, dal grande valore storico-artistico, è pubblicata sulla Gazzetta ufficiale europea. Il termine per presentare le offerte è il 31 maggio 2018. L'importo complessivo dell’intervento per la riqualificazione e gestione del complesso è stimato in circa 59 milioni di euro, per una durata della concessione che non potrà superare i 70 anni, con ricavi attesi per quasi 200 milioni di euro.

Si tratta del primo bene statale trasferito ad un Comune attraverso il federalismo demaniale culturale, al quale sono seguiti trasferimenti per ben 4.806 beni in tutta Italia per un valore di oltre 1,75 mld di euro, con il coinvolgimento di 1.324 Enti Territoriali che stanno realizzando operazioni di rigenerazione e riuso. (vig)

 

Categorie