13 giugno 2017

E’ stato firmato questa mattina presso la sede dell’Agenzia per la Coesione Territoriale il secondo atto modificativo ed aggiuntivo all’Accordo di Programma Quadro tra Stato e Provincia Autonoma di Trento  per la razionalizzazione delle sedi e delle strutture statali e provinciali presenti nella città.
L’accordo tra l’Agenzia del Demanio, l’Agenzia per la Coesione Territoriale, il Ministero dell’Interno, il Ministero della Difesa, il Ministero della Giustizia, il Comune e dalla Provincia Autonoma di Trento prevede che quest’ultima si impegni a riqualificare e ristrutturare alcune caserme dell’Esercito presenti nella città  per un valore di circa 60 mln di euro in cambio, di alcune aree militari non più utili ai fini istituzionali. In particolare, sono previsti lavori di ristrutturazione della caserma Pizzolato e di una parte della caserma Chiesa a fronte della cessione alla Provincia Autonoma di Trento di una parte della stessa caserma Chiesa e dell’intera caserma Battisti.
L’operazione consentirà di rifunzionalizzare una parte importante del tessuto urbano della città di Trento e di ottimizzare gli spazi destinati alle funzioni pubbliche, a vantaggio della collettività. (vig)

Categorie