Il progetto
L'Agenzia del Demanio propone sul mercato la rete dei FARI e degli EDIFICI COSTIERI, beni di proprietà dello Stato situati in contesti di assoluta bellezza e carichi di suggestione. Questi immobili possono essere recuperati e sottratti al degrado grazie a progetti imprenditoriali innovativi e sostenibili, nel pieno rispetto della tutela e salvaguardia del territorio. Lo strumento utilizzato è la concessione di valorizzazione fino a un massimo di 50 anni.

Edizione 2017
Sono 17 i gioielli del mare protagonisti del terzo bando, online dal 3 ottobre al 29 dicembre 2017. Il portafoglio immobiliare è  composto da 9 strutture gestite dall'Agenzia e 8 da Difesa Servizi SpA. Tra le novità il coinvolgimento di nuove regioni, come Liguria e Marche, e piccole isole della laguna veneta. Si tratta di immobili di pregio paesaggistico e naturalistico che diverranno luoghi dedicati al turismo, alla natura, alla cultura e all'ambiente.

I risultati raggiunti
Nelle edizioni 2015 e 2016 sono state assegnate a imprenditori e associazioni 24 strutture costiere, pronte a rinascere secondo il modello di lighthouse accomodation. Un'operazione che contribuisce allo sviluppo economico, sociale e culturale dei territori in cui i beni sono inseriti. La ricaduta economica complessiva attesa è di circa 60 milioni di euro, con 17 milioni di euro di investimenti diretti e un risvolto occupazionale di circa 300 operatori.

 

Per partecipare alla gara clicca sul bene che ti interessa

Isola di San Secondo - Venezia

Originariamente utilizzata come monastero, durante la denominazione napoleonica l’isola è stata trasformata in fortificazione a difesa dell’accesso alla città.

Ottagono di Cà Roman - Venezia

Edificato nella metà del '400 e utilizzato come fortilizio sino alla II Guerra Mondiale, è un'isola della laguna veneta appartenente al sistema dei "cinque ottagoni".

Faro Semaforo Nuovo - Camogli (GE)

Composto  da due edifici, domina l’intero golfo ligure e costituisce una delle location più suggestive dell’intero Parco Naturale Regionale di Portofino.

 

Il Faro del Colle dei Cappuccini - Ancona

Costruito nel 1860, domina il promontorio di Ancona e si articola in due edifici, storicamente adibiti a faro e casa del fanalista.

Torre d'Ayala - Taranto

Nasce come struttura residenziale estiva ma durante l’occupazione militare francese ospitò la batteria costiera per la sede della Grande Taranto.

Torre Cupo - Corigliano Calabro (CS)

Costruita nel 1583 come punto d'avvistamento e di difesa costiera, era parte integrante delle strutture fortificate calabresi del XVI secolo.

Faro Capo Santa Croce - Augusta (SR)

Costruito nel 1859 su un promontorio roccioso di calcare bianco che si allunga sul mare Ionio per circa 200 mt.

Faro di Riposto - Catania

Costruito nel 1911 e consegnato alla Marina Militare è circondato da un muro di cinta e si sviluppa su due piani con una copertura a cupola, a protezione del faro.

Torre Monte Pucci - Peschici (FG)

Torre di avvistamento realizzata in muratura intorno al XVI secolo. Disposta su due livelli, gode di una bellissima vista dell’alba e del tramonto sul mare.