07 September 2021

Definita e condivisa l’operazione di razionalizzazione con cui, ad Imperia, verranno soddisfatte le esigenze logistiche di diverse Amministrazioni dello Stato e contestualmente verranno riqualificati immobili pubblici per ospitare funzioni e servizi pubblici, abbattendo i costi sostenuti per le locazioni passive. Oggi la firma dell’Intesa istituzionale sul progetto, che giunge a conclusione di un iter istruttorio complesso, coordinato dall’Agenzia del Demanio.

“La rifunzionalizzazione degli immobili pubblici può rappresentare una straordinaria opportunità per migliorare la qualità della vita dei territori e favorire la crescita del Paese. La sostenibilità e l’efficienza energetica degli immobili sono tra i nostri obiettivi prioritari. Progetti come quello firmato oggi, che vede impegnata l’Agenzia del Demanio insieme ad altre amministrazioni, sono importanti per rifunzionalizzare e riqualificare le nostre città, alla luce dei cambiamenti indotti dalla pandemia Covid-19, a vantaggio  della collettività - ha dichiarato il Direttore dell’Agenzia del Demanio, Alessandra dal Verme.

Il progetto, molto articolato, coinvolge il Comune di Imperia, l’Agenzia del Demanio, l’Agenzia delle Entrate, il Comando Provinciale della Capitaneria di Porto di Imperia, il Comando Regionale Liguria della Guardia di Finanza, il Comando Provinciale di Imperia – Legione Carabinieri della Liguria e il Ministero della Cultura (MIC) e consentirà di ricollocare funzioni pubbliche all’interno di immobili demaniali e in alcuni casi accorpare gli uffici in un singolo edificio, come per l’Agenzia delle Entrate di Imperia, eliminando così contratti di locazione passiva e generando ingenti risparmi di spesa.

Per i dettagli sull’intesa leggi il COMUNICATO STAMPA 

Sul progetto per la ex Caserma Crespi di Imperia leggi anche la notizia

 

Categorie