19 March 2021

L’Agenzia del Demanio, nella persona del Direttore Cons. Antonio Agostini, lancia l’idea della nascita del progetto dell’Hope Campus, nell’intento di candidarlo tra le possibili proposte all’esame del Governo per la messa a punto del Recovery Plan o dalla programmazione delle politiche di coesione 2021-2027. L’iniziativa coinvolge una vasta area che sarà assegnata all’Agenzia del Demanio dalla Legge di Bilancio 2021, su iniziativa del MEF, che versa in stato di sostanziale abbandono ed è scenario di ambiziose opere rimaste incompiute, ma che impone all’Agenzia del Demanio specifici oneri di gestione e valorizzazione. L’area si estende per circa 80 ettari nella zona di Tor Vergata e potrebbe diventare il cuore di una reale “Città della conoscenza” e di un grande “distretto tecnologico” incubatore di imprese d’avanguardia.

“L’area merita la proposizione e l’attuazione di un grande progetto di riqualificazione e sviluppo, da sottoporre al più ampio dibattito e concertazione degli Organi accademici e territoriali interessati. Si tratta comunque di una operazione dalle potenzialità straordinarie che, per la sua vocazione e rilevanza, può essere degna di essere considerata ed analizzata dalle competenti Autorità politiche in sede di programmazione economica generale del Governo, nonché Regionali e territoriali, nell’ambito delle possibili progettualità che sono in corso di valutazione per la messa a punto del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. L’idea della realizzazione dell’Hope Campus si ispira e rende onore alle parole che nel 2000 San Giovanni Paolo II pronunciò in questi luoghi durante il memorabile raduno e Giornata Mondiale della Gioventù, incitando i giovani a non avere paura del futuro e a sentirsi il vero “sale della terra” e “luce del mondo”, mettendo a giusto frutto i talenti per non subire, ma rendersi protagonisti di uno sviluppo più attento alla maturazione di una personalità individuale autorevole, libera e consapevole e di una fraternità basata su un equilibrato progresso della conoscenza e di un modello di impresa a valore aggiunto e “dal volto umano” – ha dichiarato il Direttore dell’Agenzia del Demanio Antonio Agostini – “Convinto che la consegna di idee e progetti importanti potrà vivere grazie alle Istituzioni tenute a svilupparli.”

Leggi il comunicato stampa completo 

 

Categorie