24 November 2020

Con la pubblicazione della gara europea per affidare i rilievi tecnici propedeutici al progetto del nuovo Parco della Giustizia di Bari, l’Agenzia del Demanio ha avviato l’iter tecnico per la progettazione del nuovo polo giudiziario barese. L'incarico di oltre 380 mila euro messo a bando riguarda l’affidamento delle indagini preliminari al Progetto di fattibilita' tecnica ed economica da eseguirsi presso le caserme dismesse “Milano”e “Capozzi” di proprietà dello Stato.

In particolare dovrà assolvere al rilievo plano-altimetrico del compendio immobiliare, al rilievo plano-volumetrico degli immobili esistenti, alle indagini geologica, geotecnica, idrologica, ambientale e vegetazionale, oltre che prevedere lo studio di inserimento urbanistico da eseguirsi presso l'area attualmente occupata dalle caserme. Questa prima gara discende dalla convenzione, sottoscritta lo scorso 1 ottobre tra Ministero della Giustizia e Agenzia del Demanio, che disciplina la programmazione, la progettazione, l’esecuzione e il collaudo delle opere riguardanti il primo lotto funzionale del nuovo Polo giudiziario e ha previsto che l’Agenzia provveda all’espletamento delle gare d'appalto necessarie all’affidamento dei servizi tecnici e delle opere.

I termini per la presentazione delle offerte scadranno il 10 dicembre. L'azienda aggiudicataria avrà 150 giorni per eseguirei rilievi e presentare all'Agenzia del Demanio l'esito delle indagini preliminari.

Per tutti i dettagli, vai alla gara

Per saperne di più vai alla notizia del 1 ottobre 2020

Categorie