12 July 2017

Si è svolto questa mattina, nella Sala Trasparenza della Regione Liguria, il primo dei quattro incontri dedicato alla valorizzazione e dismissione del patrimonio immobiliare pubblico nel territorio ligure. Grazie all’intesa, firmata con la Regione Liguria lo scorso aprile, sono stati individuati i primi 45 beni pubblici, tra ville, forti, castelli, ex caserme, conventi e monasteri, da inserire in percorsi di rigenerazione ed essere destinati a finalità turistico-ricettive o produttive-logistiche.

Da oggi, su www.regione.liguria.it  è disponibile la piattaforma telematica in cui tutti gli enti pubblici potranno inserire ulteriori immobili per i quali è previsto un piano di valorizzazione e dismissione anche attraverso operazioni di finanza immobiliare. A chiusura degli incontri decorreranno novanta giorni entro i quali presentare le proposte concrete di rigenerazione e, a partire dal prossimo autunno,  apriranno quattro sportelli nelle province liguri per coinvolgere tutto il territorio.

I prossimi appuntamenti sul territorio saranno il 24 luglio a Imperia e il 31 luglio a Savona e a La Spezia. (mb)

Categorie

Per saperne di più