27 March 2017

Un edificio dal grande valore storico artistico torna a essere aperto al pubblico: questo il tema al centro della Tavola Rotonda che si è svolta sabato a San Gimignano, a cui ha partecipato anche il direttore Roberto Reggi. Durante l’evento, in cui sono intervenuti rappresentati delle istituzioni e addetti ai lavori, si è parlato del percorso di valorizzazione che ha permesso il restauro e la riqualificazione di questo splendido edificio del XIII secolo che si trova proprio nel centro di San Gimignano. La chiesa è uno dei 99 beni che in tutta Italia sono stati trasferiti agli Enti Territoriali con il federalismo culturale: “uno strumento che rappresenta un patto tra i diversi livelli di governo coinvolti – ha dichiarato Reggi –una vera e propria solidarietà amministrativa pensata per far ritornare a nuova vita edifici dal grande potenziale culturale”. L’immobile oggi inserito nel circuito di musei civici di San Gimignano è di origine romanica e ospita al suo interno affreschi di maestri fiorentini . Oltre ad essere visitabile da cittadini e turisti ospiterà al suo interno diverse attività culturali come mostre, spettacoli teatrali, reading di prosa e poesie. (vf)

Categorie