22 December 2020

È previsto per gennaio 2021 l’avvio dei servizi di riqualificazione sismica ed energetica per 47 compendi immobiliari in Sicilia, appaltati con una procedura di gara divisa in 8 differenti lotti, che sono stati tutti contrattualizzati proprio in questi giorni per passare velocemente alla fase operativa già dall’inizio del nuovo anno. I beni saranno coinvolti in indagini di verifica di vulnerabilità sismica e diagnosi energetica, saranno inoltre eseguiti i rilievi architettonici, tecnologici e impiantistici per redarre i progetti di fattibilità tecnico-economica (PFTE) per eventuali interventi necessari. I tempi di esecuzione delle indagini variano di lotto in lotto, con una media di circa 270 giorni e tutto sarà lavorato e restituito all’Agenzia in modalità BIM (Building Information Modeling).
I 47 immobili sono  distribuiti tra le 9 province siciliane, Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, e Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa e Trapani e molti sono di gran pregio storico e artistico, come, solo per citarne alcuni, l’Istituto Penale per i Minorenni di Palermo, all’interno del complesso ‘Malaspina’, il Palazzo di Giustizia di Messina; edificio neoclassico costruito su progetto di Marcello Piacentini e inaugurato nel 1928, il Palazzo delle Finanze di Catania costruito nel 1926 che oggi domina la piazza dedicata a Vincenzo Bellini, una più belle del centro storico della città.
Per consultare la lista completa degli immobili coinvolti vai ai documenti sulla gara.

Categorie