14 December 2020

L’ex Casa del Fascio di Quistello, nel mantovano, è stata trasferita al Comune tramite il federalismo culturale e sarà riqualificata per ospitare attività sociali e culturali e tornare ad essere punto di riferimento per la comunità. L’immobile, nel centro storico del paese, è stato realizzato agli inizi del XX secolo, è stato poi Casa del Fascio e ha continuato nel periodo post bellico ad ospitare i locali di circoli ricreativi e attività commerciali, mantenendo negli anni la sua funzione di spazio aggregativo fino al 2007 quando è stato chiuso. A seguito degli eventi sismici del maggio 2012, l’edificio è stato dichiarato inagibile, subendo lesioni significative. Il programma di valorizzazione, che sarà attuato proprio grazie al trasferimento della proprietà del bene al Comune e il finanziamento degli interventi con il Fondo per la Ricostruzione delle aree colpite dagli eventi sismici, consentirà di effettuare gli interventi di consolidamento e miglioramento strutturale, il restauro architettonico, le manutenzioni straordinarie e gli adeguamenti necessari a ripristinare l’agibilità e il conseguente insediamento di attività sociali e culturali, rivolte ai cittadini di Quistello.

Categorie