22 July 2021

L’accordo attuativo tra Comune di Verona, il Ministero della Difesa e Agenzia del Demanio firmato oggi definisce ruoli e attività di ciascuno nell’ambito dell’operazione di razionalizzazione, riqualificazione, riuso e valorizzazione della Caserma Rossani che sarà ceduta in permuta al Comune di Verona per riallocarvi la sede del Comando della Polizia locale. Il Comune, da parte sua, si farà carico di finanziare, eseguire e collaudare gli interventi edilizi necessari alla riqualificazione e razionalizzazione della “Caserma Dalla Bona” che sarà utilizzata per il soddisfacimento dei fabbisogni allocativi del Ministero della Difesa. Un’intesa complessa, costruita attraverso spirito di collaborazione, competenza tecnica e un grande sforzo per superare le difficoltà amministrative e traguardare un risultato concreto: attraverso attività di recupero e riconversione del patrimonio pubblico si potrà dare nuova vita a spazi cittadini in disuso, e la collettività ne potrà direttamente godere, attraverso i servizi che all’interno di questi luoghi saranno realizzati. Nell’accordo sono delineati nel dettaglio i tempi, le modalità operative e tecnico-amministrative per la realizzazione degli interventi: secondo il cronoprogramma, di circa tre anni, il Comune, come stazione appaltante, darà il via immediato alla progettazione, restauro e adeguamento della caserma Dalla Bona. Un cantiere di lavori pubblici da 3 milioni e mezzo di euro. Al termine della rilocazione delle funzioni militari del Comfoter di supporto alla Dalla Bona, il Comune acquisirà la proprietà della caserma Rossani dal Demanio e potrà procedere con il trasferimento della Polizia locale.

 

 

Categorie

Per saperne di più