24 June 2020

E’ stato trasferito a titolo gratuito dall’Agenzia del Demanio al Comune di Soriano nel Cimino (VT) il complesso immobiliare denominato “Castello Orsini”, come previsto dalla normativa sul federalismo demaniale culturale (art. 5 c. 5 del D.Lgs. 85/2010).

Il trasferimento segue l’accordo di valorizzazione, sottoscritto nei mesi scorsi, che prevede l’istituzione di un polo turistico-culturale municipale che comprende anche il rinascimentale Palazzo Chigi Albani e l’Antiquarium Cimino. Si tratta di un progetto storico-culturale di valorizzazione dell'area interna del Castello Orsini, che ha l’obiettivo di tracciare un percorso funzionale ed espositivo, dal punto di vista culturale, architettonico e  temporale dal Medioevo a oggi. Il progetto culturale è affiancato da interventi di manutenzione, bonifica e ripristino conservativo del bene.

La realizzazione del Castello si deve a papa Nicolo III Orsini che lo costruì a metà del XIII secolo sulla parte più alta del paese, in posizione dominante, determinando così l’assetto urbanistico del paese stesso e contribuendo a sviluppare la cosiddetta Rocca. Nel 1848 il castello fu abbandonato e adattato a struttura carceraria, prima per lo Stato Pontificio a cui fu ceduto e poi, dal 1871, dello Stato Italiano, fino alla fine degli anni 80.

Categorie