Firmato accordo di valorizzazione per il trasferimento del Monastero di Santa Maria della Valle Josaphat al Comune di Paola (CS)

02 December 2022

L’Agenzia del Demanio, il Ministero della Cultura e il Comune di Paola (CS) hanno firmato un accordo per la valorizzazione del complesso immobiliare “Badia di Luta – Monastero di Santa Maria della Valle Josaphat”, che prevede il successivo trasferimento del bene all’amministrazione locale attraverso lo strumento del federalismo culturale. L'immobile, che risale al periodo tra la fine del IX secolo e la prima metà dell’XI secolo, fa parte del più ampio complesso abbaziale ed è posizionato ai piedi del colle della Guardiola. Nel settembre del 1190 vi sostò e pernottò Riccardo I d'Inghilterra detto "Cuor di Leone” durante il suo viaggio verso la Terra Santa. All’inizio del XII secolo con l’avvento dei Normanni il presidio fu riconvertito in monastero benedettino, passando quindi all’ordine di Josaphat. Il compendio è costituito da una chiesa a pianta rettangolare, una torre e altri due fabbricati che attraverso una scala conducono a un terrazzo panoramico. Il progetto di valorizzazione prevede di realizzare spazi museali-espositivi per iniziative ed eventi culturali e per una serie di attività che favoriscano l’inclusione sociale. Alcune sale del Monastero potranno ospitare anche reperti archeologici rinvenuti nel territorio paolano e temporaneamente depositati presso altri locali di proprietà comunale.

Monastero-Santa-Maria-a-Paola-CS