29 May 2019

Proseguono le operazioni legate al Piano di riduzione del rischio sismico degli immobili dello Stato che ha preso il via a fine 2018. L’Agenzia del Demanio ha pubblicato un nuovo bando che coinvolge 16 edifici situati nelle zone a più elevato rischio sismico delle Marche. La gara ha l’obiettivo di affidare a professionisti del settore le indagini per la vulnerabilità sismica, gli audit energetici, i rilievi tecnici e i progetti di fattibilità tecnico-economica (PFTE) degli immobili suddivisi in 3 lotti, per un importo totale a base d’asta di 1.099.139,77 euro.

Tra i 16 edifici ci sono 12 Caserme dei Carabinieri Forestale nelle provincie di Pesaro Urbino e di Ancona,  più precisamente nei Comuni di Macerata Feltria, Cagli, Sant’Angelo in Vado, Sassocorvaro, Sant’Abbondio, Pergola, Fossombrone, Mercatello sul Metauro, Castelfidardo, Falconara Marittima, Loreto e Genga. Presenti anche 2 Caserme dei Vigili del Fuoco nella provincia di Ancona e in particolare nei Comuni di Senigallia e Osimo. Nel Comune di Ancona è coinvolto anche l’edificio destinato alla  Corte dei Conti, comprese le aule di udienza, numerosi archivi e due garage. Nel Comune di Pesaro, infine, si segnala l’ex palazzo Ducale, sede della Prefettura.

Il bando, che si svolge in modalità telematica, è rivolto ai professionisti del settore. Il termine per la presentazione delle offerte è fissato per le ore 13 del 29 giugno 2019. Il criterio di aggiudicazione è l’offerta economicamente più vantaggiosa. Tutti i dettagli sul bando e la relativa documentazione sono disponibili nella sezione Gare e aste. (csg)

Categorie