12 October 2020

Oggi, nell’ambito del fitto programma istituzionale che ha coinvolto la città di Taranto, con la visita del Presidente del Consiglio insieme a numerosi Ministri, sono stati firmati gli accordi fra le Amministrazioni e avviate diverse iniziative per portare avanti il progetto di rilancio economico, sociale e culturale della città.  Tra gli atti sottoscritti è incluso quello che coinvolge la “Stazione Torpediniere”, che sarà dismessa dagli usi militari per essere destinata ad una valorizzazione culturale e turistica. Contestualmente verranno avviate tutte le attività necessarie a riallocare le funzioni operative e logistiche della Marina Militare.  

Una volta trasferito il bene dal Demanio Pubblico dello Stato – Ramo Difesa al Ramo Marina Mercantile, sarà l’Agenzia del Demanio, insieme alla Capitaneria di Porto, ad occuparsi della consegna del compendio all’Autorità di Sistema Portuale per procedere alla realizzazione di posti di ormeggio per la nautica da diporto e per riqualificare le infrastrutture esistenti da destinare a nuove attività turistiche e culturali. L’accordo è stato firmato tra Presidenza del Consiglio, ministero della Difesa, Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, Ministero per il Sud e la Coesione Territoriale, Autorità di Sistema Portuale del Mar Ionio e Agenzia del Demanio.

Per saperne di più

 

 

Categorie