30 June 2020

E’ stato firmato l’accordo di programma per l’attuazione del progetto integrato di messa in sicurezza, riconversione industriale e sviluppo economico e produttivo della Ferriera di Servola.

L’intesa, sottoscritta dal Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Agenzia del Demanio, Agenzia Nazionale per le politiche attive del Lavoro, Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale, Regione Friuli Venezia Giulia, Comune di Trieste, Siderurgica Triestina s.r.l., Acciaierie Arvedi s.p.a e I.CO.P. s.p.a.,  prevede la riqualificazione delle attività industriali e portuali della Ferriera, il recupero ambientale dell’area e la salvaguardia di centinaia di posti di lavoro. E’ prevista un’articolata operazione di bonifica della zona con interventi per la rimozione e lo smaltimento dei rifiuti e la messa in sicurezza operativa del suolo e della relativa falda.

L’Agenzia del Demanio, d’intesa con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, interverrà in questo accordo per agevolare la procedura di sdemanializzazione della fascia di demanio pubblico marittimo e garantire il supporto tecnico nella valutazione di aree che saranno poi oggetto di permuta tra i privati e l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Orientale.

“L’accordo avrà importanti ricadute sul tessuto economico e sociale di Trieste e consentirà di riconvertire e rigenerare un’area strategica per la città – ha commentato il Direttore dell’Agenzia del Demanio Antonio Agostini - Il nostro impegno, al fianco degli Enti e delle Istituzioni coinvolte, è lavorare in stretta sinergia per individuare soluzioni condivise in grado di valorizzare i beni pubblici con impatti positivi per i cittadini e il territorio”. (vig)

Categorie