12 February 2021

Procedono in Veneto le attività che l’Agenzia del Demanio sta implementando sul fronte della riqualificazione sismica degli immobili dello Stato in uso alla Pubblica Amministrazione e di funzionalità strategica. Sono infatti in fase di contrattualizzazione i servizi, andati in gara a dicembre del 2019, con cui i 74 immobili coinvolti, divisi in 7 lotti, saranno oggetto di verifica di vulnerabilità sismica, diagnosi energetica, rilievo geometrico, architettonico, tecnologico ed impiantistico e progettazione di fattibilità tecnico-economica da restituire in modalità Bim. Gli immobili sono raggruppati in 33 grandi compendi e sono distribuiti su tutto il territorio regionale. Nel portafoglio oggetto di indagine ci sono anche beni di interesse storico-artistico, come ad esempio la "Caserma Diaz" a Padova, il Palazzo Zuccareda, la Caserma Albanese, sede della Questura a Venezia, il Palazzo Capra e la ex Dogana di Borgo Berga a Vicenza. Nel frattempo, proprio in questi giorni, è stata avviata la gara per selezionare gli operatori a cui saranno affidate le verifiche degli elaborati progettuali prodotti, come previsto dalla normativa di riferimento. Il bando è aperto ai partecipanti fino alla scadenza del 12 marzo 2021 e, come per la prima gara, è suddiviso in 7 lotti. Lo svolgimento in parallelo dei due procedimenti propedeutici alla realizzazione degli eventuali interventi necessari, è finalizzato ad ottimizzare la tempistica delle attività.

Vai alla gara in corso

Categorie