pagina federalismo_demaniale

L’attribuzione del patrimonio agli Enti territoriali, di cui  al D. Lgs. 85/2010, può avvenire attraverso il Federalismo demaniale o attraverso il Federalismo culturale. Si tratta di due strumenti diversi, entrambi pensati per permettere agli Enti Territoriali di diventare proprietari degli immobili dello Stato sul proprio territorio.

Federalismo demaniale

L'art. 56 bis del D.L. n. 69/2013 ha previsto una procedura semplificata per il trasferimento in proprietà, a titolo non oneroso, dei beni patrimoniali disponibili gestiti dall’Agenzia del Demanio e dei beni già in uso e non più necessari alle finalità del Ministero della Difesa, previa presentazione di apposita richiesta di attribuzione a Comuni, Province, Città metropolitane e Regioni.

Il termine ultimo per la presentazione di tali istanze è scaduto il 31 dicembre 2016.

All’attualità l’Agenzia è impegnata a concludere i trasferimenti in favore degli Enti territoriali dei beni per i quali, all’esito di apposita istruttoria, è stata accertata la sussistenza dei presupposti all'accoglimento delle richieste di attribuzione.

Inoltre, nel rispetto di quanto previsto dalla normativa in materia, l’Agenzia ha avviato da tempo un’attività di monitoraggio tesa a verificare l’ utilizzo da parte degli Enti territoriali dei beni trasferiti.