home page

primo piano

Federalismo demaniale: sono 7.603 le risposte fornite dall'Agenzia del Demanio agli Enti Territoriali richiedenti

Leggi la news

Opportunità di investimento negli immobili pubblici, il roadshow dell’Agenzia incontra l’interesse degli operatori del real estate

Leggi la news

Immobili militari a Firenze: firmata intesa per valorizzazione e razionalizzazione

Leggi la news

San Nicola Arcella (CS), Palazzo dei Principi Lanza di Trabia trasferito oggi al Comune per valorizzazione

Leggi la news

Workshop a Napoli per valorizzare il patrimonio campano

Leggi la news

Campo Calabro (RC) - Fortino Poggio Pignatelli, firmato l’atto di trasferimento da Agenzia del Demanio a Comune

Leggi la news

Bellaria Igea Marina (Rimini), accordo per la valorizzazione della Torre Saracena

Leggi la news

Pubblicato bando selezione per SGR per gestione fondo di investimento immobiliare a Torino

Leggi la news

Al via asta online per la vendita di cinque beni di proprietà dello Stato

Leggi la news

Agenzia del Demanio: tre sale in affitto alla P.A. per eventi e convegni

Leggi la news

news

A fondamento degli indirizzi strategici dell´Agenzia del Demanio, si pone il pieno riconoscimento del patrimonio immobiliare pubblico quale risorsa in grado di produrre valore. In tal senso le Valorizzazioni rappresentano i processi attivati dall´Agenzia del Demanio al fine di creare o incrementare il valore economico e sociale di singoli beni o di sistemi di beni di proprietà dello Stato. Il processo di valorizzazione si sviluppa a partire da specifici programmi di asset management, sulla base di idonee analisi di fattibilità tecnica, economico-finanziaria e procedurale finalizzate a definire lo scenario ottimale di rifunzionalizzazione dei beni, in coerenza con gli indirizzi di pianificazione, sviluppo e programmazione economica del territorio. L´attuazione dei progetti di valorizzazione avviene in stretta cooperazione istituzionale con gli Enti territoriali e con gli altri Enti statali preposti alla tutela del patrimonio pubblico, attraverso il ricorso agli strumenti e ai procedimenti (Programmi unitari di valorizzazione territoriale, concessioni di lunga durata, veicoli societari e finanziari) previsti dal D.L. n. 351/2001, convertito dalla L. n. 410/2001, così come modificati ed integrati dai più recenti interventi normativi (artt. 33 e 33-bis del D.L. n. 98/2011, convertito dalla L. n. 111/2011, art. 6 della L. n. 183/2011, art. 27 del D.L. n. 201/2011 convertito dalla L. n. 214/2011). Le recenti novità normative hanno affidato, inoltre, all´Agenzia del Demanio un ruolo definito di promozione, coordinamento e supporto tecnico-specialistico nei processi di valorizzazione degli altri patrimoni immobiliari pubblici, a partire da quelli di proprietà degli Enti territoriali, anche rivenienti dal cosiddetto "federalismo demaniale" di cui al D.Lgs. n. 85/2010.

 

 

 

          

Con l'art. 2, comma 222, della Legge 23-12-2009 n. 191 (Legge finanziaria per il 2010)

Il legislatore ha introdotto una serie di attività volte al conseguimento di obbiettivi di razionalizzazione degli immobili utilizzati dalle Amministrazioni statali e relativa riduzione della spesa. In estrema sintesi, sono state previste una serie di periodiche comunicazioni da effettuarsi attraverso il "Portale PA" e relative alla previsione triennale dei fabbisogni di spazi allocativi e di superfici occupate non più necessarie, che le Amministrazioni dello Stato devono inviare all'Agenzia del demanio per consentire, una volta svolte le verifiche circa la corrispondenza di detti fabbisogni con gli obiettivi di contenimento della spesa pubblica, l'elaborazione dei piani di razionalizzazione degli spazi che dovranno poi essere trasmessi alle Amministrazioni interessate ed al Ministero dell'Economia e delle Finanze – Dipartimento del tesoro."

 

 

Portale PA

Sistema informatico che consente alle Amministrazioni dello Stato interessate di comunicare all'A genzia del Demanio in modo più rapido e agevole le informazioni prescritte da specifiche disposizioni normative.

Il Portale PA si articola in tre diverse funzioni:

b_ratio_40X40"RATIO" – Rilevazione periodica fabbisogni allocativi: per la comunicazione dei dati concernenti la previsione triennale dei fabbisogni allocativi e delle superfici occupate non più necessarie ai sensi dell'art. 2, comma 222, primo periodo della legge 23/12/2009 n. 191 (Legge Finanziaria 2010)

b_sim_40X40"SIM" – Rilevazione periodica costi di manutenzione sugli immobili: per la comunicazione dei dati relativi agli interventi manutentivi effettuati sia sugli immobili di proprietà dello Stato, alle medesime in uso governativo, sia su quelli di proprietà di terzi utilizzati a qualsiasi titolo, nonché l'ammontare dei relativi oneri ai sensi dell'art. 2, comma 222, decimo periodo della legge 23/12/2009 n. 191 (Legge Finanziaria 2010)

b_ugov_40X40"U.GOV" – Esclusione usi governativi dal trasferimento agli Enti Locali: per richiedere l'esclusione dal trasferimento a Comuni, Province, Città Metropolitane e Regioni degli immobili di proprietà dello Stato in uso per comprovate ed effettive finalità istituzionali ai sensi dell'art. 5 comma 3 del D.Lgs. 28/05/2010, n. 85

Le Amministrazioni dello Stato interessate possono accedere al Portale PA, previa procedura di accreditamento rappresentata all'interno delle apposite Istruzioni Operative e secondo le tempistiche indicate nelle specifiche Circolari.

Sistema Accentrato delle Manutenzioni

Con l’entrata in vigore dell’art. 12 del D.L. 98/2011, convertito con modificazioni dalla L. 111/2011, è stato accentrato in capo all´Agenzia del Demanio il processo decisionale di spesa degli interventi manutentivi sugli immobili in uso alle Amministrazioni dello Stato e di proprietà di terzi nonché il ruolo di centrale di committenza per l’individuazione degli operatori a cui affidare l’esecuzione degli interventi.
L´Agenzia del Demanio nel fronteggiare l'attuale stato di precarietà in cui versa buona parte del patrimonio immobiliare in uso alla Pubblica Amministrazione, svolge, pertanto, un’azione significativa per il contenimento della spesa pubblica, favorendo gli interventi manutentivi finalizzati sia al recupero degli spazi interni degli immobili dello Stato (al fine di ridurre le locazioni passive), sia alla riduzione dei costi per la gestione e l’utilizzo degli immobili, anche attraverso interventi di efficientamento energetico.

 


Le fasi di realizzazione del sistema:

  • Comunicazione: Entro il 31 gennaio di ogni anno tutte le Amministrazioni centrali dello Stato comunicano, tramite l’applicativo informatico “PTIM – Fase 1”, i propri fabbisogni manutentivi sugli immobili in uso, in conformità alle Linee Guida.
  • Programmazione: Con l’emanazione del Piano Generale degli interventi, l’Agenzia assume le decisioni di spesa dei fabbisogni manutentivi comunicati dalle Amministrazioni dello Stato, nei limiti dei fondi disponibili e sulla base delle priorità tecniche e dei costi, indicati e validati dai competenti Provveditorati per Opere Pubbliche.
  • Realizzazione: La gestione esecutiva degli interventi inclusi nel Piano Generale è attribuita ai Provveditorati per Opere Pubbliche, con cui l’Agenzia stipula apposite Convezioni Quadro, ovvero, in via residuale, alle Direzioni Regionali dell’Agenzia stessa. Tutti gli interventi devono essere  realizzati mediante gli operatori specializzati selezionati dall’Agenzia con la sottoscrizione di appositi Accordi Quadro. Il ricorso agli operatori con cui sono stati stipulati gli Accordi Quadro è disposto anche per gli interventi afferenti il Ministero della Difesa ed il Ministero dei Beni e delle Attività culturali.
  • Monitoraggio:L’Agenzia verifica il corretto andamento, finanziario e temporale, degli interventi manutentivi, valutando gli eventuali scostamenti riscontrati tra pianificazione e stato di avanzamento dei lavori per la proposizione di eventuali azioni correttive o di soluzioni alternative.

link correlati

In Agenda

L’Agenzia del Demanio e il Comune di Torino organizzano il convegno “Sviluppo del patrimonio immobiliare pubblico nel Comune di Torino". L’appuntamento è per il 29 aprile prossimo, ore 11.00, nel capoluogo piemontese 

Concorso fotografico

“Obiettivo patrimonio pubblico, uno scatto per raccontarlo” più di 50 foto selezionate, ecco i vincitori

Demanio Magazine

E’ online il nuovo numero di Demanio Magazine, l’APP dedicata al patrimonio immobiliare pubblico. Scarica gratis su apple store.

link veloci

chiudi