Reinventing Cities Venezia: Forte S. Andrea e Casa Madonna Nicopeja

12 April 2024

Lunedì 15 aprile dalle ore 10 alle 12 presso l’Auditorium Santa Margherita Emanuele Severino – aula Cà Foscari si svolge un incontro tecnico dedicato agli stakeholder, dal titolo “Reinventare Venezia: Forte S. Andrea e Casa Madonna Nicopeja”, per presentare nel dettaglio la specificità di questi due beni di proprietà dello Stato candidati al concorso internazionale di architettura e design urbano Reinventing Cities, i requisiti dei bandi e i criteri per partecipare. L’obiettivo di Reinventing cities è quello di stimolare una rigenerazione urbana sostenibile, attraverso la trasformazione di beni inutilizzati o sottoutilizzati in veri e propri modelli di inclusività e resilienza replicabili su scala mondiale, con progetti innovativi di città a zero emissioni, in partenariato pubblico-privato.
 
All’evento intervengono per il Comune di Venezia Massimiliano De Martin, Assessore Urbanistica, Edilizia Privata e Ambiente e Danilo Gerotto, Area  Sviluppo del Territorio e Città Sostenibile; Fabrizio Magani, Soprintendente archeologia, belle arti e paesaggio per il Comune di Venezia e Laguna; Costanza De Stefani del Cities Climate Leadership Group Inc. e per l’Agenzia del Demanio Massimo Gambardella, Direttore Regionale Veneto, Angelo Pizzin, Vicedirettore Veneto, Marina Cattaneo, Struttura per la Progettazione, e Marco Benedetti, Unità Operativa Venezia.
 
Il complesso del Forte Sant’Andrea è un bene di demanio storico-artistico situato sull’omonima isola all’estremità dell’isola di Vignole, in un’area di circa 25.000 mq, in cui si trovano 17 edifici, per un’estensione complessiva di circa 9.000 mq di superficie.
Il Forte venne realizzato a metà del ‘500 sui resti delle strutture difensive costruite nel secolo precedente per proteggere l’ingresso alla città dal mare. Una fortificazione imponente costituita da un mastio centrale, fabbricati accessori e circa trecento metri di mura bugnate sul fronte acqueo, ritmate dalle cannoniere poste a filo d’acqua e da una seconda batteria collocata sugli spalti.
Il progetto di rigenerazione dell’Ex Forte dovrà tenere conto dell'unicità e della fragilità dell’ecosistema lagunare, della vocazione funzionale e delle modalità di gestione e riqualificazione delle isole prospicienti.
La rifunzionalizzazione dovrà rispettare i criteri di sostenibilità, secondo il principio “low carbon”, e seguire le indicazioni della Soprintendenza riportate nel Decreto di Vincolo. Potranno essere insediate funzioni miste, con una visione di sviluppo incentrata sulla sua funzione culturale attraverso un sistema museale volto a preservare la memoria storica del bene, oltre ad attività di ricerca e innovazione, funzioni ludico-ricreative e sportive negli spazi aperti, destinazioni turistico-ricettive e servizi per la collettività.
Lo strumento previsto è la concessione di valorizzazione di durata compresa tra 6 e 50 anni.
 
Casa Madonna Nicopeja si trova nell’ambito lagunare di Venezia, sull’isola del Lido, in località Alberoni, all’interno di un contesto di grande rilevanza paesaggistica. Il complesso è costituito da un immobile di circa 1.350 mq, articolato su più piani, su un’area di circa 7.400 mq.
La struttura è stata in passato utilizzata da una fondazione religiosa come comunità e alloggio per persone con disabilità e dismessa nel corso del 2018. La riqualificazione del complesso dovrà favorire la creazione di nuovi luoghi per la comunità, con spazi verdi aperti al pubblico e residenze collettive, attività complementari alla residenza, strutture ricettive e attrezzature collettive. Il progetto di riconversione dovrà ispirarsi ai principi di sostenibilità ambientale, tenendo conto del contesto paesaggistico di grande valenza nel quale il bene si inserisce e del complesso rapporto con l’habitat lagunare, sviluppando un modello integrato di rigenerazione ambientale, sociale ed economica. 
Lo strumento previsto è la locazione di valorizzazione di durata compresa tra 6 e 50 anni.
 
I bandi sono strutturati in due distinte fasi: una manifestazione di interesse aperta a tutti per presentare il concept progettuale e una proposta finale limitata ai Team finalisti. Il termine di presentazione delle proposte, per la prima fase, è fissato alle ore 18 dell'11 luglio 2024. Gli aspetti sulla sostenibilità tecnico economica della proposta presentata saranno valutati nella seconda fase di concorso.
 
Reinventing Cities è un progetto di C40, la rete mondiale di circa cento città nel mondo che collaborano per affrontare la crisi climatica, proponendo modelli innovativi di progettazione urbana, in linea con i principi di sostenibilità, resilienza e inclusività. L’ultimo appuntamento in calendario è il 16 aprile a Milano per la presentazione agli investitori dell’ex scuola di via Zama, immobile di proprietà comunale, candidato al concorso con il supporto della Struttura per la Progettazione dell’Agenzia del Demanio.
 

 
 

926x500_C40_VENEZIA

Reinventing Cities - Reinventare Venezia: ex Forte Sant'Adrea e Casa Madonna di Nicopeja

Reinventing Cities Venezia: evento di presentazione del bando per Forte S. Andrea e Casa Madonna Nicopeja