15 September 2021

Sarà un vero e proprio progetto di sviluppo territoriale quello che coinvolgerà la città di Cremona nei prossimi anni, con la riorganizzazione logistica della sede della Questura e della Polizia Stradale e dal nuovo Polo universitario per il Politecnico di Milano che a Cremona vuole espandere e qualificare la propria presenza con nuovi spazi e nuovi servizi per gli studenti. E’ infatti stata sottoscritta un’intesa tra Ministero dell’Interno, Agenzia del Demanio, Fondazione Politecnico, Politecnico di Milano, Provincia e Comune di Cremona per verificare la fattibilità prima e mettere in campo subito dopo, un’imponente operazione di razionalizzazione e valorizzazione degli immobili pubblici sul territorio, partendo dalla riqualificazione della ex caserma Manfredini. Il progetto, che vede la convergenza e la collaborazione di tutte le Istituzioni coinvolte, prevede che il Politecnico trasferisca nella Manfredini, complesso demaniale dismesso alcuni anni fa dagli usi militari, la propria nuova sede, realizzando anche il convitto per 200 studenti, la biblioteca, la mensa e i laboratori. I lavori di bonifica e restauro verranno interamente sostenuti dalla Fondazione Arvedi-Buschini. L’immobile utilizzato attualmente dall’Università potrà invece essere rifunzionalizzato – i lavori saranno eseguiti dall’Agenzia del Demanio – e destinato a nuovo Polo della sicurezza in cui raggruppare gli uffici della Questura e della Polizia Stradale. Il Ministero dell’Interno potrà così rilasciare gli immobili detenuti attualmente in locazione passiva, e anche quello in via Massarotti da destinare ad una ulteriore attività di razionalizzazione in favore di altre Amministrazioni. Un’operazione di sviluppo urbano quindi che porterà ad ottimizzare l’allocazione degli uffici e l’uso degli immobili sul territorio, di conseguenza anche le spese, promuovendo il recupero e la fruizione del patrimonio pubblico con servizi utili e a valore aggiunto per la città.

Categorie