Contenuti della pagina Vai al menu principale Vai alla ricerca
foto_Allegroni

Alessandra dal Verme a.i. - Direttore


La Struttura per la Progettazione si occupa dei servizi di progettazione, di ingegneria e architettura per la manutenzione e realizzazione di beni ed edifici pubblici per le Amministrazioni Centrali e gli Enti territoriali.

Grazie allo sviluppo di partnership e convenzioni con soggetti qualificati, pubblici e privati, ivi comprese le istituzioni universitarie, la Struttura introdurrà nuovi criteri per l’adattamento ai cambiamenti climatici e la carbon neutrality sugli immobili dello Stato.

Per raggiungere tale obiettivo lavora in modo trasversale con la Direzione Servizi al Patrimonio, per la definizione dei criteri più idonei a garantire la qualità della progettazione, in linea con le politiche urbanistiche e ambientali di sviluppo del territorio, e con la Direzione per la Trasformazione Digitale per la digitalizzazione dei processi e l’implementazione di servizi e modelli gestionali innovativi per ottimizzare gli interventi.

La Struttura si occupa della valutazione sulla fattibilità degli interventi e dei servizi richiesti dalle Amministrazioni centrali e dagli Enti territoriali, svolgendo, ove previsto, delle funzioni di stazione appaltante per l’affidamento dei servizi di ingegneria e architettura, delle attività di verifica della progettazione e dei servizi di supporto alle attività tecniche e nomina delle relative figure tecniche previste

Nell’ambito geografico e/o tematico di competenza, in coordinamento operativo con le strutture territoriali dell’Agenzia, è responsabile del funzionamento dei poli territoriali (Nord, Centro, Sud) e tematici, come il Polo Sisma e Cittadelle Giudiziarie, per l’espletamento delle attività tecniche specialistiche assegnate, comprese quelle attinenti la progettazione di lavori di riqualificazione sismica ed energetica e prevenzione del rischio sismico per gli edifici pubblici.


Articolazione della Struttura

Ufficio del Direttore

Responsabile: Andrea Riccardi a.i.


Area sviluppo, ricerca, sostenibilità e innovazione

Responsabile Alessandro La Rocca


Nucleo per la verifica dei progetti

Responsabile: Giuseppe Lopilato


Tecnica - Progettazione e altri servizi tecnici

Responsabile: Letizia Gabrielli


Tecnica - Legale appalti

Responsabile: Andrea Riccardi


Pianificazione, programmazione, monitoraggio e digitalizzazione

Responsabile: Pietro Nicosia


Poli operativi

Polo operativo Territoriale Nord: Massimiliano Ianelli a.i.
Polo operativo Territoriale Centro: Pierluigi Di Blasio
Polo operativo Territoriale Sud: Luigi Di Cristo
Polo operativo tematico Sisma: Gianluca Laferola
Polo operativo tematico Cittadelle giudiziarie: Antonio Ottavio Ficchì a.i.


Principali competenze della struttura

Ufficio del Direttore

  • sostituire il Direttore della Struttura per la Progettazione su indicazione dello stesso nel condurre le relazioni istituzionali, la gestione di progetti e iniziative trasversali;
  • coordinamento e gestione dei processi e delle procedure proprie della Struttura;
  • supporto nello sviluppo dei documenti di carattere strategico organizzativo e il conseguente raccordo con le unità organizzative interne e le strutture centrali e territoriali dell’Agenzia;
  • attività necessarie per garantire l’organizzazione, l’operatività e lo svolgimento dei diversi compiti e funzioni della Struttura;
  • elaborazione delle proposte di atto di indirizzo operativo del Direttore della Struttura da presentare al Direttore dell’Agenzia, anche per l’eventuale istituzione di nuovi Poli operativi;
  • supporto al Direttore nelle interlocuzioni con le Amministrazioni pubbliche, per l’adozione di iniziative sinergiche al fine di accelerare la realizzazione degli interventi;
  • sviluppo partnership con le Amministrazioni centrali e gli Enti territoriali, anche funzionali alle politiche, agli obiettivi e al posizionamento della Struttura e per la stipula, sulla base degli indirizzi fissati dal Direttore dell’Agenzia, di convenzioni con soggetti qualificati, pubblici e privati, ivi comprese le istituzioni universitarie, ritenuti utili per lo svolgimento delle attività proprie della Struttura;
  • cura dei contenuti informativi da veicolare all’esterno sulle tematiche di competenza della Struttura;
  • attività di segreteria, gestione del protocollo e attività gestionali amministrativo-contabili della Struttura.

Area sviluppo, ricerca, sostenibilità e innovazione

Alla struttura fanno riferimento:

Officina per la rigenerazione dell’immobile pubblico

Piero Pelizzaro

Diretta da uno Steering Committee, composto dal Direttore della Struttura per la Progettazione, dal Direttore Servizi al Patrimonio e dal Direttore per la Trasformazione Digitale. La funzione di impulso per l’indirizzo alle attività ad alto contenuto innovativo dell’Officina è affidata al Direttore per la Trasformazione Digitale che ha, altresì, una responsabilità funzionale diretta con il responsabile operativo dell’Officina, individuato nel dott. Piero Pelizzaro. L’Officina interagisce con tutte le strutture centrali e territoriali per l’espletamento delle sue funzioni e ha le seguenti competenze:

  • elaborazione delle proposte per le modalità di funzionamento e le attività dell’Officina da sottoporre al Direttore dell’Agenzia;
  • sviluppo e coordinamento di una rete dell’innovazione con attori nazionali e internazionali (istituzioni pubbliche e private, ivi incluse le Università, altri Hub dell’innovazione) per la ricerca e lo sviluppo di iniziative sull’immobile pubblico, che connetta il bene pubblico, la città e il cittadino;
  • individuazione di soluzioni per sviluppare: una progettazione intelligente digitale e di qualità; la gestione digitale dei processi manutentivi e del controllo del ciclo di vita dell’immobile rigenerato; il riuso e restauro innovativo del bene vincolato; la mitigazione dei rischi sismici e del cambiamento climatico; la sostenibilità e il risparmio energetico; la rigenerazione dei territori;
  • in stretto raccordo con l’Ufficio del Direttore, sviluppo delle relazioni, a livello nazionale e internazionale, per la promozione dei progetti della Struttura con un alto contenuto scientifico/innovativo e per la diffusione di “buone pratiche” come riferimento per la Pubblica Amministrazione, nonché per l’individuazione della corretta ubicazione e progettazione degli immobili pubblici per una migliore integrazione nel territorio di riferimento.

Centro ricerca e sviluppo

Gianluca Capri

  • individuazione dei principi per la strategia di adattamento ai cambiamenti climatici per gli edifici pubblici nel contesto urbano e supporto nella definizione del piano di adattamento del patrimonio statale in gestione all’Agenzia del Demanio, recante le misure e le politiche da implementare nel breve e lungo periodo (carbon neutrality), con riferimento alle attività interne e alle proposte di miglioramento del contesto esterno con rilevanza per i settori di intervento dell’Agenzia;
  • individuazione di soluzioni migliorative degli standard qualitativi, sui materiali tecnologicamente più avanzati, del tasso di sostenibilità del patrimonio immobiliare, promuovendo modelli sperimentali anche ripetitivi e progetti pilota, nonché l’emanazione di specifiche linee guida;
  • individuazione degli indicatori di progetto, coerenti con gli obiettivi del piano strategico dell’Agenzia, necessari per misurare l’impatto ambientale, sociale e di territorio degli interventi dell’Agenzia, in raccordo con la Direzione Pianificazione Strategica, Controllo e Amministrazione per quanto riguarda il bilancio;
  • supporto alla Struttura e alla Direzione Servizi al Patrimonio nell’emanazione di linee guida sulla progettazione, nonché per la stipula di convenzioni con Università ed Enti di ricerca, con Enti pubblici o privati, ai sensi dell’art.4, comma 4 del dPCM 29 luglio 2021, anche per lo sviluppo di modelli innovativi nei seguenti ambiti: rischio sismico; efficientamento energetico; rigenerazione urbana; adattamento ai cambiamenti climatici (urban climate); riuso di edifici storici; rifunzionalizzazione dell’immobile pubblico da destinare a diverse tipologie di attività delle PP.AA. centrali, a partire da un modello innovativo di ufficio pubblico; valorizzazione per il mercato di immobili non utilizzabili per le PP.AA.;
  • collaborazione con le altre strutture dell’Agenzia coinvolte, per assicurare la verifica qualitativa degli aspetti architettonici e tecnologici delle progettazioni di opere di maggiore rilevanza, con particolare riferimento alla sostenibilità paesaggistica e ambientale e per la definizione dei criteri più idonei a garantire la qualità della progettazione, anche in linea con le politiche urbanistiche e ambientali di sviluppo del territorio;
  • diffusione alle strutture territoriali delle soluzioni innovative individuate per l’ottimizzazione dell’espletamento dei servizi di progettazione sul territorio nazionale;
  • in sinergia con l’Ufficio del Direttore e l’Officina per la rigenerazione dell’immobile pubblico, sviluppo e partecipazione a iniziative di carattere scientifico o divulgativo in collaborazione con Università, istituti di ricerca, centri studi ed altri soggetti istituzionali, pubblici e privati, competenti, e supporto nelle interlocuzioni con le Amministrazioni dello Stato;
  • supporto alle attività, inclusa quella di segreteria, del Comitato per la qualità della progettazione, anche al fine di individuare soluzioni progettuali innovative e di contenimento dei costi di esercizio, conformi ai principi di sostenibilità, efficientamento energetico, riqualificazione da rischio sismico, adattamento ai cambiamenti climatici e rigenerazione urbana, nonché per l’adozione di soluzioni tecnologiche all’avanguardia in grado di contribuire allo sviluppo di politiche di sostenibilità ambientale degli immobili pubblici;
  • supporto organizzativo e amministrativo all’Officina per la rigenerazione dell’immobile pubblico;
  • supporto alla Direzione Strategie Immobiliari, Sostenibilità e Innovazione e coordinamento per gli studi e scenari di sviluppo degli asset e nei progetti immobiliari innovativi.

 Nucleo per la verifica dei progetti

  • verifica dei progetti ai sensi dell’art. 26 del D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii. e dell’art.42 del D.Lgs. 36/2023 e ss.mm.ii., espletando tutte le attività tese a verificare la completezza dei documenti prodotti, nonché la rispondenza e la conformità degli elaborati progettuali alla normativa vigente e alle esigenze dell’intervento, emettendo il rapporto conclusivo di verifica;
  • predisposizione degli atti tecnici e amministrativi necessari per il rilascio e il mantenimento delle certificazioni previste per l’assunzione della funzione di organismo di controllo accreditato, ai sensi dall’art. 26 del D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii. e dell’art.42 del D.Lgs. 36/2023 e ss.mm.ii. e in conformità alla norma europea UNI CEI EN ISO/IEC 17020.

Il Nucleo per la verifica dei progetti opera in piena autonomia professionale e indipendenza di giudizio rispetto al Direttore della Struttura per la Progettazione, nonché alle ulteriori unità e funzioni della Struttura e dell’Agenzia, e agirà nel rispetto degli impegni che saranno contenuti nel documento “Dichiarazione di imparzialità e politica per la qualità del Nucleo per la verifica dei progetti - Agenzia del Demanio”, che si aggiungono ai principi e regole di condotta applicabili al personale dell’Agenzia e previsti dalla contrattazione (individuale e collettiva) vigente e dall’Impegno Etico.

Il responsabile del Nucleo per la verifica dei progetti per l’espletamento di tutte le attività dell’organismo di ispezione relaziona al Direttore dell’Agenzia sull’andamento delle attività con cadenza semestrale.

Il Nucleo per la verifica dei progetti nello svolgimento delle proprie attività si rapporta esclusivamente ai responsabili unici del procedimento/progetto che effettuano la validazione dei progetti sottoposti a verifica, ai sensi dell’art. 26 del D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii. e dell’art.42 del D.Lgs. 36/2023 e ss.mm.ii., e non ha interazioni con le strutture dell’Agenzia deputate alle attività di progettazione. I suoi componenti non sono coinvolti nella progettazione, realizzazione, direzione lavori, collaudo, coordinamento della sicurezza o qualunque altra attività inerente allo specifico progetto oggetto di verifica che possa comportare conflitti di interesse; gli stessi non svolgono attività che possano pregiudicare i requisiti di indipendenza e imparzialità propri di un organismo di ispezione e si impegnano ad astenersi da incarichi che possano essere in conflitto con la propria indipendenza di giudizio e integrità.

Il Nucleo per la verifica dei progetti si dota di un proprio sistema di gestione, documentato in conformità alla norma UNI CEI EN ISO/IEC 17020 e ai Regolamenti Accredia applicabili, che viene monitorato e tenuto costantemente aggiornato, ai fini del suo miglioramento continuo, da un responsabile tecnico.

Le funzioni di responsabile tecnico sono affidate al responsabile del Nucleo per la verifica dei progetti, ing. Giuseppe Lopilato, e le funzioni di sostituto del responsabile tecnico sono affidate all’ing. Mario D’Amato e all’ing. Massimo Ragnini.

Il responsabile tecnico opera in conformità a quanto previsto dalla norma UNI CEI EN ISO/IEC 17020 e dal Regolamento Tecnico Accredia RT 07 e, nel rispetto degli obiettivi di indipendenza, qualifica e nomina gli ispettori e gli eventuali esperti tecnici del Nucleo impegnandosi a tenere aggiornato un organigramma funzionale e nominativo di tutte le risorse direttamente impiegate nello svolgimento delle attività organizzative e tecniche connesse con il servizio di ispezione.

Tecnica – Progettazione e altri servizi tecnici 

Alla struttura fanno riferimento:

Progettazione integrata architettonica e urbana 

Paolo Greco

  • servizi e attività tecniche specialistiche di progettazione, direzione lavori, collaudo, verifica, project management e consulenza tecnica qualificata attinenti agli interventi di riqualificazione architettonica, rigenerazione urbana, realizzazione e manutenzione di beni e edifici anche vincolati, secondo criteri innovativi e di sostenibilità;
  • sviluppo di figure tecniche specialistiche necessarie all’espletamento delle attività per il rispetto della pianificazione e per garantire la qualità della progettazione e le tempistiche di realizzazione;
  • gestione integrata della progettazione per tutte le fasi della gestione di appalto concorrendo agli obiettivi di digitalizzazione dell’Agenzia;
  • attività concernenti lo sviluppo di linee guida per la progettazione inerenti ai temi di riqualificazione architettonica, rigenerazione urbana, realizzazione e manutenzione di tipologie di edifici;
  • attività finalizzate ad assicurare la qualità della progettazione per i profili ambientali e paesaggistici, urbanistici, architettonici e tecnologici, in tutte le fasi della progettazione.

Sostenibilità ambientale e impianti 

Sisto Bosco

  • servizi e attività tecniche specialistiche di progettazione, direzione lavori, collaudo, verifica, project management e consulenza tecnica qualificata attinenti agli interventi di riqualificazione ambientale, energetica e di impianti, prevenzione incendi, realizzazione e manutenzione di impianti secondo criteri innovativi e di sostenibilità;
  • applicazione di nuove tecnologie nella progettazione impiantistica del patrimonio esistente, con particolare attenzione a quello storico-artistico, e delle aree urbane, finalizzato ad ottenere le migliori prestazioni di efficienza energetica e di sostenibilità ambientale;
  • sviluppo di figure tecniche specialistiche necessarie all’espletamento delle attività per il rispetto della pianificazione e per garantire la qualità della progettazione e le tempistiche di realizzazione;
  • attività concernenti lo sviluppo di linee guida per la progettazione inerenti ai temi di riqualificazione ambientale ed energetica;
  • attività finalizzate ad assicurare la qualità della progettazione per i profili ambientali ed energetici, nelle diverse fasi a partire dal concept e dal documento di indirizzo alla progettazione fino all’attività di project monitoring.

Prevenzione rischi naturali e strutture

Felicita Ramundo

  • servizi e attività tecniche specialistiche di progettazione, direzione lavori, collaudo tecnico amministrativo e strutturale, verifica, project management e consulenza tecnica qualificata attinenti agli interventi strutturali, geotecnici, di prevenzione dai rischi naturali, di miglioramento e adeguamento sismico, di aumento delle capacità di resilienza delle strutture e degli edifici, di realizzazione e manutenzione dei beni anche attraverso l’utilizzo di metodologie e tecnologie innovative;
  • applicazione di nuove tecnologie di protezione dai rischi naturali del patrimonio costruito, con particolare interesse a quello storico-artistico, e delle aree urbane, per maggiore efficienza, sicurezza e sostenibilità ambientale;
  • attività concernenti lo sviluppo di linee guida per la progettazione inerenti ai temi di prevenzione dai rischi naturali, il miglioramento delle prestazioni delle strutture esistenti anche attraverso il miglioramento/adeguamento sismico;
  • sviluppo di figure tecniche specialistiche necessarie all’espletamento delle attività per il rispetto della pianificazione e per garantire la qualità della progettazione e le tempistiche di realizzazione;
  • attività finalizzate ad assicurare la qualità della progettazione per i profili inerenti alla sicurezza strutturale, alla resilienza delle costruzioni e alla prevenzione dai rischi naturali in tutte le fasi progettuali.

Sviluppo del supporto tecnico alle Amministrazioni richiedenti 

Nicola Luigi Garofalo 

  • valutazione sulla fattibilità degli interventi e dei servizi richiesti dalle Amministrazioni centrali e dagli Enti territoriali;
  • assistenza tecnica in accompagnamento alle politiche dei territori sugli immobili pubblici e sugli altri settori di competenza;
  • promozione e partecipazione, qualora necessario per l’avanzamento delle attività di competenza su specifiche progettualità, alle Conferenze di Servizi e predisposizione della richiesta di pareri, intese, concertazioni, nulla osta o altri atti di assenso comunque denominati.

Tecnica – Legale appalti

Alla struttura fanno riferimento:

Supporto normativo e convenzioni

Alessandra Rossetto

In raccordo per quanto di competenza con la Direzione Affari Legali e Contenzioso e la Direzione Servizi al Patrimonio:

  • predisposizione di indicazioni e pareri giuridici nelle materie di competenza della Struttura; 
  • predisposizione, sulla base degli indirizzi fissati dal Direttore dell’Agenzia, delle convenzioni e dei protocolli con le Amministrazioni centrali e gli Enti territoriali richiedenti, nonché con soggetti qualificati pubblici e privati, ivi comprese le istituzioni universitarie, per lo svolgimento delle funzioni della Struttura;
  • definizione dei modelli di convenzione con le Amministrazioni richiedenti e coordinamento e supporto ai Poli operativi nella predisposizione di quelli di competenza;
  • analisi e valutazione del contesto normativo di riferimento anche al fine della predisposizione di contributi normativi che, nel quadro legislativo (nazionale e regionale), attengono alle attività della Struttura;
  • individuazione delle più generali politiche di adeguamento della Struttura e dei percorsi giuridici funzionali a ottimizzarne le attività.

Gare e appalti

Federico Agamennone

In raccordo per quanto di competenza con la Direzione Affari Legali e Contenzioso e la Direzione Servizi al Patrimonio:

  • gestione delle gare e degli appalti di competenza della Struttura, in coerenza con le linee guida, le politiche e gli strumenti previsti dell’Agenzia in materia;
  • attività di concerto e condivisione con le strutture competenti dell’Agenzia per la predisposizione di linee guida, indirizzi e best practice in materia di appalti e di contrattualistica pubblica;
  • supporto e coordinamento delle gare e degli appalti di competenza dei Poli operativi;
  • cura dei rapporti con l’ANAC per gli aspetti connessi al ruolo di stazione appaltante per le attività di competenza della Struttura;
  • predisposizione di atti e relazioni per il supporto nella gestione dei contenziosi attivi e passivi connessi all’attività operativa posta in essere dalla Struttura.

Al Responsabile dell’unità organizzativa Tecnica - Legale appalti sono affidati, altresì, la direzione funzionale e il coordinamento delle attività legali dei Poli operativi, in raccordo con i rispettivi Responsabili, per la gestione operativa delle risorse legali ivi allocate, nell’ottica di una gestione uniforme e sistemica della tematica appalti e convenzioni. 

Pianificazione, programmazione, monitoraggio e digitalizzazione

Alla struttura fanno riferimento:

Pianificazione, programmazione e monitoraggio attività

Pietro Nicosia a. i.

In raccordo per quanto di competenza con la Direzione Servizi al Patrimonio, la Direzione Pianificazione Strategica, Controllo e Amministrazione e la Direzione per la Trasformazione Digitale:

  • esame, gestione e valutazione delle richieste di prestazioni della Struttura che giungono dalle Amministrazioni centrali e dagli Enti territoriali, misurandone l’impatto in termini di risorse necessarie per le varie tipologie di supporto richiesto; 
  • predisposizione, previa definizione dell’impegno necessario in termini di risorse umane e finanziarie, del Piano pluriennale delle attività, contenente la pianificazione degli interventi e la programmazione delle attività di competenza della Struttura, ordinate per priorità, nonché aggiornamento annuale del Piano stesso e sue eventuali revisioni in corso d’anno;
  • monitoraggio del portafoglio progetti complessivo, dell’attuazione delle iniziative pianificate, dell’andamento delle convenzioni stipulate e dello stato di avanzamento dei progetti; 
  • supporto al Direttore della Struttura e ai responsabili delle unità organizzative nella gestione degli obiettivi.

Gestione finanziaria, dei processi e digitalizzazione

Maurizio Giorgi

In raccordo per quanto di competenza con la Direzione Servizi al Patrimonio, la Direzione Pianificazione Strategica, Controllo e Amministrazione e la Direzione per la Trasformazione Digitale:

  • attività connesse alla pianificazione finanziaria e al budget economico annuale e pluriennale della Struttura; 
  • attività inerenti alla programmazione delle attività dei Poli operativi per la definizione delle risorse umane ed economiche necessarie per lo svolgimento delle attività affidate in relazione ai progetti di rispettiva competenza; 
  • monitoraggio e rendicontazione dell’avanzamento del Piano pluriennale delle attività e di ogni altro intervento di competenza, riguardo all’avanzamento economico-finanziario, curando, altresì, l’istruttoria delle richieste di accreditamento fondi; 
  • realizzazione del fascicolo informativo del bene da progettare, nonché sviluppo delle ulteriori funzionalità al fine di assicurare un adeguato livello di conoscenza del patrimonio pubblico, nonché la tempestività degli interventi manutentivi; 
  • attività inerenti alla digitalizzazione dei processi e all’implementazione di servizi e modelli gestionali innovativi per ottimizzare gli interventi della Struttura e il modello operativo di funzionamento; 
  • attività per lo sviluppo delle piattaforme di monitoraggio per la rendicontazione e la comunicazione delle informazioni sugli avanzamenti progettuali.

Poli operativi territoriali e tematici

Principali competenze della struttura:

Nell’ambito geografico e/o tematico di competenza, in coordinamento operativo con le strutture territoriali dell’Agenzia, sulla base degli indirizzi del Direttore della Struttura:

  • definizione delle tempistiche e delle modalità di esecuzione degli interventi e dei servizi ricadenti nell’ambito di competenza;
  • espletamento delle attività tecniche specialistiche assegnate, comprese quelle attinenti la progettazione di lavori di riqualificazione sismica ed energetica e prevenzione del rischio sismico per gli edifici pubblici;
  • consulenza tecnica qualificata sulla progettazione degli interventi di realizzazione e manutenzione di beni ed edifici pubblici ricadenti nell’ambito di competenza;
  • attività di program management per garantire tempistiche e qualità della progettazione nell’ambito di competenza;
  • gestione delle commesse di competenza previste nell’ambito del Piano pluriennale delle attività, proponendo le opportune azioni correttive in caso di scostamenti di tempi o importi delle prestazioni;
  • monitoraggio degli interventi di competenza e contabilizzazione, degli aspetti finanziari delle commesse e delle risorse impegnate per i diversi progetti;
  • gestione delle procedure di appalto afferenti i progetti di competenza;
  • formulazione di proposte di soluzioni innovative per l’ottimizzazione dell’espletamento dei servizi tecnici e di progettazione realizzati dalle Direzioni Territoriali dell’Agenzia;
  • analisi del contesto, per approfondire la conoscenza dei patrimoni dei soggetti pubblici nell’ambito di riferimento e per intercettare i fabbisogni delle Amministrazioni centrali e degli Enti territoriali, a supporto delle attività di progettazione nella pianificazione e sviluppo a cura delle strutture territoriali dell’Agenzia;
  • analisi delle normative specifiche nell’ambito di riferimento, in particolare per alcuni settori di competenza territoriale (scolastica, sanitaria, amministrativa, ecc.), anche per la formulazione di proposte di semplificazione delle procedure e di emanazione di specifiche linee guida a livello centrale;
  • gestione dei rapporti con l’ANAC per gli aspetti connessi al ruolo di Stazione Appaltante per le attività di competenza;
  • partecipazione alle Conferenze di Servizi;
  • collaborazione nella predisposizione di pareri giuridici nelle materie di competenza; 
  • attività di due diligence nell’ambito delle convenzioni sottoscritte, al fine di valorizzare i beni immobiliari del contesto territoriale di competenza, per un loro più idoneo e proficuo utilizzo.
    Inoltre, ai Poli operativi territoriali, nell’ambito geografico di competenza, in coordinamento con le Direzioni Territoriali dell’Agenzia: 
  • promozione e gestione dei rapporti con il territorio, per agevolare, a livello locale, le richieste delle Amministrazioni e degli Enti territoriali e proporre, al responsabile apicale della Struttura, la sottoscrizione di convenzioni ex art. 1, comma 163 della Legge n. 145/2021; 
  • predisposizione delle bozze di convenzioni con gli Enti territoriali richiedenti.

Ai fini di una maggiore funzionalità, in ciascun Polo territoriale e tematico possono essere costituite due unità organizzative, l’Area tecnica e l’Area legale, nelle quali sono allocate le risorse che rispondono al responsabile del Polo di appartenenza, ferma restando la competenza di direzione funzionale e coordinamento delle attività legali affidata al responsabile dell’Unità organizzativa Tecnica - Legale appalti della Direzione Centrale.

 

Infine, nell’ambito della Struttura, opera il Comitato per la qualità della progettazione. Il Comitato opera a supporto della Struttura per la Progettazione e delle strutture centrali e territoriali e svolge attività consultiva sulla qualità dei documenti propedeutici alla progettazione e degli elaborati progettuali, inclusa la valutazione degli impatti sul territorio, predisposti dalle strutture tecniche interne, con particolare riferimento ai seguenti ambiti: 1) architettura/paesaggistica; 2) urbanistica; 3) efficientamento energetico e digitale; 4) prevenzione del rischio sismico; 5) adattamento e contrasto ai cambiamenti climatici / resilienza degli edifici. Gli interventi sono sottoposti alla valutazione del Comitato in funzione del valore economico superiore a 30 milioni di euro ovvero della loro strategicità in termini di innovazione e sostenibilità o di particolare rilevanza progettuale per l’impatto sui territori. Qualora sia ritenuto necessario o utile, si possono richiedere pareri consultivi al Comitato anche in corso dell’iter progettuale e realizzativo.

 

La Struttura per la Progettazione, oltre alle competenze proprie dell’area di riferimento, ha la responsabilità di garantire un’azione sinergica e integrata con le altre strutture centrali e territoriali per favorire l’ottimale funzionamento dell’Agenzia.

 

immagine con grafica che chiude il fondo della pagina